Sapersi presentare agli altri è importante per instaurare una conversazione, soprattutto in un’altra lingua. Quando si tratta di bambini, può essere utile dar loro qualche strumento in più che li aiuti a farlo in modo spontaneo e senza imbarazzo. Un metodo divertente e pratico è sempre quello del gioco.

Frasi di presentazione in inglese per bambini

Insegnare ai bambini a presentarsi in inglese è il primo passo per renderli bilingui. Tuttavia, tieni conto che ciò che si dice agli altri su di sé varia a seconda dell’occasione in cui ci si trova.

Come presentarsi a una sola persona

Quando si conosce per la prima volta una persona, si utilizza la formula “saluto + nome”.

I saluti informali più usati sono hi oppure hello (ciao) mentre i saluti formali sono good morning (buongiorno), good afternoon (buon pomeriggio) oppure good evening (buonasera).

Per dire il proprio nome, invece, si possono usare due formule:
1 – My name is = che letteralmente vuol dire “il mio nome è”, ma si traduce con “mi chiamo”
2 – I am = che si traduce con “io sono”.

Di seguiti ti propongo un esempio pratico di come ci si può presentare usando le due formule appena viste sopra:

1 – Hi, my name is John. What’s your name?
Ciao, io mi chiamo John. Tu come ti chiami?

2 – Nice to meet you, John! My name is Paul.
Piacere di conoscerti, John! Io mi chiamo Paul.

Per aiutarti a crescere bambini bilingui scarica subito gratuitamente
la tua Guida e tante Routine pratiche.
clicca qui
Bambina e bambino, bambini, bambine seduti e sorridenti, con in mano un fumetto, nuvoletta, chat; vvista frontale, sfondo giallo; 4 giochi in inglese per imparare a presentarsi, copertinaBambino con maglietta bianca, fumetto nuvoletta, pensiero, ciao, Hello; vista frontale, sfondo azzurro; 4 giochi in inglese per imparare a presentarsi

Come presentarsi a un gruppo di persone

Quando ci si presenta a un gruppo di persone, non si dice solo il proprio nome, ma anche la provenienza, l’età e qualche altra informazione che aiuti gli altri a ricordarsi come ci si chiama.
In questo caso, è utile insegnare ai bambini a rispondere a una serie di domande in sequenza. Vediamone alcune:

A: What’s your name? – Come ti chiami?
B: My name is Paul. – Mi chiamo Paul.

A: How old are you? – Quanti anni hai?
B: I am 5 years old. – Ho 5 anni.

A: Where are you from? – Di dove sei?
B: I am from Milan. – Sono di Milano.

A: How is your family? – Com’è la tua famiglia?
B: I have two brothers and a cat. – Ho due fratelli e un gatto.

A: Do you have any hobbies? – Quali sono i tuoi hobby?
B: In my free time I like drawing and playing soccer. – Nel tempo libero mi piace disegnare e giocare a calcio.

A questo punto, unendo le risposte alle varie domande, il bambino è pronto a ripetere le sue presentazioni in maniera più estesa:

Hello everyone!
My name is Paul, I’m 5 years old and I’m from Milan.
I have two brothers and a cat. I like drawing and playing soccer.

Ciao a tutti!
Mi chiamo Paul, ho 5 anni e sono di Milano.
Ho due fratelli e un gatto. Mi piace disegnare e giocare a calcio.

Per aiutarti a crescere bambini bilingui scarica subito gratuitamente
la tua Guida e tante Routine pratiche.
clicca qui

4 giochi per presentarsi in inglese

Attraverso le attività ludiche, i bambini possono accrescere la fiducia nelle loro competenze linguistiche e arricchire il loro vocabolario in modo divertente e coinvolgente. Dunque, vediamo insieme 4 giochi in inglese che potresti proporre loro per imparare a presentarsi agli altri. Ricordati sempre, però, di avere pazienza perché ogni bimbo ha i suoi tempi di apprendimento, e questi vanno rispettati.

1 – Name chain

Non c’è gioco più semplice di Name chain (Catena di nomi), per memorizzare i nomi degli altri.
I bambini si siedono in cerchio e devono passarsi un piccolo oggetto (ad esempio una palla o una penna) dicendo il loro nome agli altri con una delle formule viste prima (My name is … oppure I am …) seguita da un fatto interessante su di loro (ad esempio il loro colore preferito). Una volta finito il giro di presentazioni, un bambino deve lanciare la palla a un altro e quest’ultimo deve ripetere il nome del primo bambino dicendo He/She is… oppure Her name/His name is… e il fatto interessante su di lui. Vince chi ha la memoria migliore!

2 – Spelling bee Name  

Questo gioco è una variante di Spelling bee Game. Vediamo insieme le regole.
Tutti i bambini si mettono in cerchio e a turno, invece di fare lo spelling nel nome dell’oggetto scritto su una carta, dopo essersi presentati, dovranno fare quello del proprio nome. (Hi I’m Stefano, S-TE-F-A-N-O). Il resto del gruppo, quindi, ripeterà lo spelling del nome ad alta voce per assicurarsi di averlo capito e memorizzato correttamente.

Poi, quando tutti i bimbi si sono presentati, l’adulto chiede a ciascun bambino di scrivere il nome di un’altra persona o ripeterne lo spelling.

Spelling bee è ideale da proporre ai tuoi bambini, o quelli che segui come babysitter o educatore, se stanno imparando a leggere e scrivere.

Trova Spelling Bee Game qui 👉

Per aiutarti a crescere bambini bilingui scarica subito gratuitamente
la tua Guida e tante Routine pratiche.
clicca qui

3 – Two truths and a lie

Ti consiglio questo gioco se i tuoi bambini hanno già un discreto livello di inglese e vuoi stimolare la loro creatività. In “due verità e una bugia”, ogni bambino dovrà dire il suo nome seguito da tre dichiarazioni su di sé, due delle quali sono vere e una è falsa. Ad esempio:

My name is Jessica. I am six years old, I am an only child and my favourite color is purple.
Mi chiamo Jessica. Ho sei anni, sono figlia unica e il mio colore preferito è il viola.

Gli altri bambini che partecipano al gioco dovranno indovinare quale delle tre dichiarazioni è falsa. Ad esempio dicendo:

I think the lie is the one where you said your favourite color is purple
Penso che la bugia sia quella in cui hai detto che il tuo colore preferito è il rosa

4 – Name and adjective game

Ogni bambino dovrà dire il proprio nome e un aggettivo che lo caratterizza che inizi per la stessa lettera, ad esempio:

Chatty Carla – Carla la chiacchierona
Friendly Francesco – Francesco l’amichevole
Lazy Lorenzo – Lorenzo il pigro
Sweet Sara – Sara la dolce

Il bambino che viene dopo dovrà ripetere il nome e l’aggettivo di tutti quelli che lo hanno preceduto, aggiungendo il proprio alla fine.

Questo gioco mi piace perché, oltre a stimolare la memoria, aiuta i bambini a imparare sia i nomi degli altri che gli aggettivi in inglese. Inoltre, visto che mette in luce le caratteristiche uniche di ognuno, può essere utile per distinguere i bambini che hanno lo stesso nome (basta che scelgano aggettivi diversi).


Se sei interessato a conoscere delle frasi in inglese da utilizzare giocando con i piccoli di casa e stimolare una buona interazione con loro, puoi leggere l’articolo che ho già pubblicato su altri 3 giochi utili per parlare l’inglese ai tuoi bambini.

Per aiutarti a crescere bambini bilingui scarica subito gratuitamente
la tua Guida e tante Routine pratiche.
clicca qui

Seguimi anche sui social, pubblico contenuti su Instagram, YouTube, Tik Tok e Facebook!

☀️ #allegralu

Lascia un commento

Social

Ora che mi hai trovato restiamo in contatto!

Vuoi la mia guida gratuita?

Iscriviti alla newsletter di allegraLu!

Ricevi subito la mia guida per crescere bambini bilingui: un quaderno pratico che ti aiuterà a introdurre subito una seconda lingua a casa. 

Inoltre riceverai il pacchetto “Risorse Extra” con altre routine da usare con i bambini per un percorso bilingue sempre stimolante e divertente.

Nella newsletter troverai mensilmente attività, giochi, letture e tanti suggerimenti per crescere bambini bilingui.

Leggi la Privacy Policy sul trattamento dei dati.