Cosa possiamo fare insieme ai nostri bimbi più piccoli in attesa che arrivi il Natale, se non il calendario dell’Avvento?

Per la prima volta da quando sono mamma ho pensato, a come poterlo realizzare, rivisitandolo. Infatti non mi sono limitata al solito cioccolatino o giocattolino, ma ho pensato a qualcosa di molto più prezioso: momenti. Momenti di condivisione insieme ai nostri figli.

Vuoi sapere come l’ho fatto? Clicca qui

Un calendario dell’Avvento dedicato a delle attività da fare con i nostri bambini.

Quello che ti propongo è un calendario dell’Avvento pensato per la fascia di età 18 mesi – 3 anni. Realizzarlo non sarà complicato, questo te lo posso garantire, perché sono riuscita a farlo io, per nulla dotata per il fai da te!
Sarà un calendario dell’Avvento veloce da preparare, così anche chi ha poco tempo potrà riuscire a farcela senza problemi. Naturalmente per questo ho lasciato perdere tutti i fronzoli, ma se vorrai, potrai arricchirlo come più ti piace.
Inoltre ho pensato a qualcosa che fosse anche economico: riuscendo ad utilizzare materiale che si ha già in casa e riducendo gli acquisti al cartoncino e a qualche piccolo oggettino, la spesa varia tra i 3 e i 10 euro al massimo.
Infine, mentre staremo preparando il nostro calendario dell’Avvento, riusciremo anche ad avere un momento rilassante dedicato a noi stessi. Per realizzarlo, infatti, ci vuole un’oretta e mezza e in quel tempo, tutto per noi, potremo rilassarci, magari accendendo una candela e ascoltando della musica. Perché per crescere bambini felici dobbiamo anche essere genitori sereni.

Un calendario dell’Avvento che bada alla sostanza.

Realizzandolo personalmente non faremo qualcosa che alimenta il consumismo o che favorisce le carie, quanto qualcosa che ci potrà regalare momenti di qualità insieme ai nostri figli. Consentirà ai bambini, inoltre, di entrare nel pieno dello spirito del Natale e dei suoi simboli.
Le attività che ho pensato di inserire nel calendario dell’Avvento sono tutte in chiave montessoriana. Aiuteranno, quindi, a sviluppare i sensi e le capacità dei nostri bambini. Ci saranno, perciò, attività più fisiche e attività più artistiche, senza dimenticare quelle per accrescere il loro vocabolario.

Due considerazioni importanti.

Prima di entrare nello specifico della creazione del calendario dell’Avvento, vorrei fare due considerazioni a cui tengo molto. Una è di tipo linguistico, mentre l’altra è di tipo religioso.
Le attività proposte, infatti, potranno essere svolte in italiano, ma anche in inglese o in qualsiasi altra lingua. Dipende da noi come vogliamo parlare col bambino. Sono sicura che a me capiterà la sera che lo farò in italiano, ma anche la sera che lo farò in inglese.
Dal punto di vista religioso, invece, ho preferito utilizzare una simbologia, per così dire, “neutrale”. In questo calendario dell’Avvento non ho fatto riferimenti specifici a nessuna religione, ma questa è stata una mia scelta personale: nulla vieta di aggiungere delle rappresentazioni o delle attività di tipo religioso.

Cominciamo a dare forma al nostro calendario dell’Avvento.

Come ho anticipato, non mi sono preoccupata più di tanto dell’aspetto estetico del calendario. Così, visto che mi hanno regalato una bella calza gigante con le caselline numerate, ho utilizzato quella. Ma tu puoi scegliere qualsiasi cosa che possa contenere dei cartellini.
Il motto è: “poco tempo, bassa spesa e massima resa”. Ma se hai più tempo e più creatività, puoi sbizzarrirti come meglio credi.
Per ogni casellina ho preparato una graffetta che tiene un bigliettino con scritta una “parolina magica”. Questa parola fa riferimento all’attività da svolgere insieme ai nostri bimbi.
Nel mio caso, la prima casellina ci dice “puzzle di Natale”, quindi non ci resta che andare a giocare.

Come organizzare le varie attività.

Anche per quanto riguarda la preparazione delle attività che metteremo nel nostro calendario dell’Avvento, potremo organizzarci in modo autonomo. Ci basterà procurarci un computer, con connessione internet, una stampante, carta, cartoncino, forbici, colla e magari qualche piccolo oggetto natalizio. Ma attenzione, perché questi oggetti finiranno in mano a bambini di massimo tre anni, quindi dovremo sorvegliarli attentamente!
Quindi scarichiamo delle grafiche gratuite dal web, le ritagliamo, le incolliamo su un cartoncino ed ecco che ci ritroveremo con un sacco di micro giochi da fare ogni sera.

Vuoi sapere quali grafiche ho scelto io? Clicca su questo PDF gratuito

Le attività di base.

Non starò qui a dirvi una per una le attività da mettere dentro a ogni casellina del calendario dell’Avvento, ma vi darò qualche indicazione. Ognuna, poi, potrà variare leggermente o essere ripetuta per arrivare fino alla notte di Natale. Anche per i giochi che ti propongo qui sotto, le immagini le ho trovate ai link che ti segnalo qui.

Memory di Natale

Niente di più facile! Basta trovare delle immagini natalizie in riquadri grandi uguali, stamparle, ritagliarle e incollarle su dei cartoncini a misura e il gioco è fatto. Si prepara in un attimo, ma attenzione a usare lo stesso colore di cartoncino, altrimenti i nostri bimbi possono barare!

Puzzle di Natale

Come per il memory, anche preparare il puzzle è stato davvero veloce. Cerchiamo online delle immagini a tema natalizio, le incolliamo su un cartoncino e le tagliamo in tre pezzi. Poi basterà mischiare tutto chiedere ai nostri bimbi di ricomporre Babbo Natale, la renna, il folletto…

Pesca di Natale

Questo è uno dei giochi del calendario dell’Avvento che mi piacciono di più ed è anche facilmente rivisitabile in tanti modi diversi. Possiamo far pescare da un sacchettino un gioco al nostro bimbo e poi chiedergli di abbinare qualcosa dello stesso colore. Oppure, dopo aver pescato un oggetto, gli potremo chiedere di riconoscere il disegno corrispondente su una tabella di immagini che avremo precedentemente preparato. E ancora, potremmo fargli estrarre un oggetto e concentrarci sulle sue caratteristiche: che forma ha e se è liscio, ruvido, trasparente, ecc… .
Ma se nel sacchettino ci mettiamo anche degli oggetti che servono a vestire Babbo Natale, come una zip, delle stringhe o dei bottoni, aiuteremo il bimbo a prendere confidenza con gesti quotidiani.
Senza limite all’immaginazione, dunque!

Gli aiutanti di Babbo Natale

In questa attività che inseriremo nel nostro calendario dell’Avvento, possiamo far diventare nostro figlio un piccolo aiutante di Babbo Natale che gli darà una mano con i pacchi dei doni.
Insieme potremo selezionare degli oggetti per degli ipotetici doni, impacchettarli con la carta da giornale (se non vogliamo usare proprio la carta da regalo!), dello scotch e un nastro. I bambini dai 2 anni sono in grado di ritagliare, quindi ci possiamo fai aiutare a preparare i pacchetti facendogli tagliare i pezzi di carta della misura giusta per il nostro pacchetto o dei pezzettini di scotch o il nastro che serve per decorare il pacchetto. Magari avendo l’accortezza di dare loro delle forbici a punta arrotondata.

La slitta di Babbo Natale

Basta trovare un cesto, un secchio o qualsiasi cosa abbiate in casa abbastanza capiente da contenere dei pacchetti. Nel nostro caso una giraffa con le rotelle che ha una grande pancia dove poter riporre molte cose. Questa diventerà la nostra slitta di Babbo Natale. Poi, potremmo metterci i vari regali trovando un ordine: in base a forme, colori o anche semplicemente per cercare di farcene stare il più possibile.

Le espressioni dell’albero di Natale

Questa attività per il calendario dell’Avvento ha sicuramente l’intento di sviluppare quelle che sono le capacità emotive del nostro bambino. Ho trovato online un albero di Natale che mostra diverse espressioni (felice, triste, stufo…), ho stampato le varie immagini e chiederò a mio figlio di imitarlo. Un modo per cominciare a rapportarsi con le emozioni anche degli altri e non solo con le proprie.

Decorare l’albero di Natale

Questa attività per il nostro calendario dell’Avvento è davvero semplice. Basterà disegnare un albero di Natale con all’interno dei cerchi, delle stelline, dei quadratini, ecc. Poi, in una piccola ciotola, metteremo le stesse forme ritagliate nel cartoncino colorato che nostro figlio dovrà poi andare ad applicare sull’albero in bianco e nero.

Attività di Natale tradizionali

Potremo selezionare dei canti di Natale da cantare insieme o leggere dei libri a tema natalizio. Con queste amplieremo anche il loro vocabolario. Potete ispirarvi ai link che trovate nel PDF che potete scaricare qui.
Possiamo stampare in bianco e nero le sagome di addobbi natalizi e fargliele colorare.
Infine, ma non meno importante, potremo dedicare una casellina del calendario dell’Avvento alla scrittura della letterina a Babbo Natale, che sicuramente è un momento molto dolce e tenero.

Se hai idee, esempi da raccontare o se hai domande da fare su quanto proposto, scrivi nei commenti!

Seguimi sui social, pubblico contenuti su Youtube, Facebook e Instagram!

☀️ #allegralu

Lascia un commento