Bandiera del regno unito e bandiera americana, differenze tra inglese britannico e americano

Da quando ho iniziato a fare consulenze di inglese per famiglie che desiderano crescere bambini bilingui, mi è capitato spesso che mi chiedessero se insegno quello britannico o americano. Effettivamente, tra la lingua parlata negli USA e quella parlata in UK, c’è una notevole differenza, pur essendo entrambe delle varianti dell’inglese. Vediamo insieme di cosa si tratta!

Le principali differenze tra l’inglese britannico e americano

Ci sono cinque punti principali su cui l’inglese britannico e americano si riescono a distinguere: pronuncia, accentazione, grammatica, ortografia e lessico. Ho pensato di spiegarti ognuno di questi elementi, facendo qualche esempio di parole o frasi in cui potresti accorgerti delle differenze, così saprai come rispondere la prossima volta che i tuoi bambini ti chiederanno un chiarimento.

Pronuncia

Sentendo parlare un americano e un inglese, si riconosce subito una diversa fonetica che va ad alterare la pronuncia di alcune parole. 

Una di quelle più evidenti riguarda la lettera “r”, che è molto più marcata nell’inglese americano. Al contrario, nel Regno Unito la “r” è meno forte. Inoltre, non si pronuncia a fine parola e dopo una vocale seguita da una consonante (come in “girl”).

Ancora, nel Regno Unito la lettera “t” si pronuncia sempre in maniera riconoscibile, mentre negli Stati Uniti spesso assume un suono tra la “r” e la “d”, ad esempio nella parola “beautiful”, e quando è preceduta dalla lettera “n” diventa essa stessa una “n”, come in “twenty”.

La variante britannica e americana dell’inglese si distinguono anche per la pronuncia delle vocali. In British English, la lettera “a” in“fan” si pronuncia in maniera simile alla “a” italiana e quella in “talk” come una “o” chiusa, mentre in American English la “a” in “fan” ​ha un suono tra la “a” e la “e”, mentre quella in “talk” si pronuncia come una “o” aperta. La lettera “u” e il dittongo “ew” (come in “new”) vengono pronunciati dagli inglesi “iu” e dagli americani “u”.

Accentazione

A seconda che si tratti di inglese britannico o di inglese americano, l’accento spesso cade su sillabe diverse. Ad esempio, in “address” l’accento cade sulla prima “a” per gli inglesi e sulla “e” per gli americani.

Libro di inglese e quaderno per fare esercizi, differenze tra inglese britannico e americano

Grammatica

L’inglese britannico e americano si differenziano leggermente anche dal punto di vista grammaticale. 

Ad esempio, la preposizione concordata con il fine settimana e le vacanze, che per gli inglesi è “at” (“at the weekend”), negli Stati Uniti viene sostituita da “on” (“on the weekend”).

Poi, gli americani tendono a utilizzare il “past simple” anche in casi in cui gli inglesi prediligono il “present perfect”, come “Did you get the newspaper?” invece di “Have you got the newspaper?”.

A proposito di “get”, un’altra differenza riguarda proprio il participio passato di questo verbo: negli Stati Uniti si utilizza ancora “gotten”, mentre nel Regno Unito è caduto in disuso e ora si usa “got”. Al contrario, alcune forme irregolari del passato nell’inglese britannico come “dreamt”, “burnt” e “learnt” hanno assunto una forma regolare in quello americano: “dreamed”, “burned” e “learned”.

Ultimo ma non meno importante, per nomi collettivi come “team” o “government” nell’inglese britannico si può usare il verbo sia al singolare che al plurale (“the team is” o “the team are”),pur essendo più diffuso il plurale, mentre in quello americano solo il singolare (“the team is”).

Ortografia

Alcune parole hanno un diverso spelling, ovvero si scrivono diversamente, a seconda che si tratti di inglese britannico o americano.

Ad esempio, negli Stati Uniti non viene inserita la “u” in parole come “colour” e si mette “-er” invece di “-re” in parole come “theatre” o “centre” e la “z” invece della “s” in verbi come “apologise”. L’origine di questa anomalia è piuttosto curiosa: Noah Webster, responsabile della redazione dei primi dizionari della lingua americana, decise di distinguere in questo modo l’inglese americano da quello britannico. 

bandiere americana, differenze tra inglese britannico e americano

Ecco alcuni esempi di parole che cambiano con traduzione in italiano:

  • colour (UK) – color (US): colore
  • behaviour (UK) – behavior (US): comportamento
  • labour (UK) – labor (US): lavoro
  • neighbour (UK) – neighbor (US): vicino di casa
  • favourite (UK) –  favorite (US): preferito
  • theatre (UK) – theater (US): teatro
  • metre (UK) – meter (US): metro
  • apologise (UK) – apologize (US): scusarsi
  • organise (UK) – organize (US): organizzare
  • recognise (UK) – recognize (US): riconoscere
  • analyse (UK) – analyze (US): analizzare
  • travelled (UK) – traveled (US): viaggiato
  • traveller (UK) – traveler (US): viaggiatore
  • paediatrician (UK) – pediatrician (US): pediatra
  • defence (UK) – defense (US): difesa
  • licence (UK) – license (US): licenza
  • offence (UK) – offense (US): offesa
  • analogue (UK) – analog or analogue (US): analogo
  • catalogue (UK) – catalog or catalogue (US): catalogo
  • dialogue (UK) – dialog or dialogue (US): dialogo
Fermata della metro di Westminster a Londra, differenze tra inglese britannico e americano

Lessico

Ci sono molte parole diverse tra inglese e americano, alcune delle quali dovute al fatto che negli Stati Uniti sono sopravvissute alcune parole comuni nel Seicento ormai cadute in disuso in Gran Bretagna. Alcune di queste differenze di vocabolario possono creare incomprensioni quando si parla con un madrelingua. Ad esempio, “football” in Inghilterra vuol dire “calcio”, mentre negli Stati Uniti si usa per parlare del football americano, che è tutt’altro sport. Ancora più divertente il caso di “pants”: in inglese americano significa “pantaloni”, mentre in quello britannico “mutande”!

  • autumn (UK) – fall (US): autunno
  • flat (UK) – apartment (US): appartamento
  • nappy (UK) – diaper (US): pannolino
  • pram (UK) – baby carriage (US): passeggino
  • lift (UK) – elevator (US): ascensore
  • university (UK) – college (US): università
  • holiday (UK) – vacation (US): vacanza
  • crisps (UK) – chips (US): patatine in busta
  • chips (UK) – (french) fries (US): patatine fritte
  • cinema (UK) – movie theater (US): cinema
  • trainers (UK) – sneakers (US): scarpe da tennis
  • pavement (UK) – sidewalk (US): marciapiede
  • queue (UK) – line (US): fila
  • trousers (UK) – pants (US): pantaloni
  • underground (UK) – subway (US): metropolitana
  • jumper (UK) – sweater (US): maglione
  • post (UK)  – mail (US): posta
  • chemist’s (UK) – drugstore (US): farmacia
  • football (UK) – soccer (US): calcio
  • biscuit (UK) – cookie (US): biscotto
  • film (UK) – movie (US): film

Sono certa che questo articolo ti sarà utile per ricordarti lo spelling di alcune parole che ci mettono sempre in crisi e per scegliere la variante Americana o Britannica con maggiore consapevolezza. Ricorda, però, che ormai l’inglese è una lingua internazionale, quindi ha molte più varianti che semplicemente queste due, che sono quelle “originali”.

Seguimi anche sui social, pubblico contenuti su Instagram, Youtube, Tik Tok e Facebook!

☀️ #allegralu

Lascia un commento

Vuoi la mia guida gratuita?

Iscriviti alla newsletter di allegraLu!

Ricevi subito la mia guida per crescere bambini bilingui: un quaderno pratico che ti aiuterà a introdurre subito una seconda lingua a casa.

Inoltre non perderai le promozioni legate ai miei percorsi, ma non è tutto!
Riceverai mensilmente attività, giochi, letture e tanti suggerimenti per crescere bambini bilingui.

Leggi la Privacy Policy sul trattamento dei dati.