fbpx

Basta fargli vedere la televisione in lingua originale perché il tuo bimbo diventi bilingue? Analizziamo insieme luoghi comuni e falsi miti e scopriamo come la TV può essere un nostro alleato in alcuni casi, ma come in altri non sia efficace.

Sui social ho trovato molti spunti in proposito.

Tempo fa, ad esempio, leggevo sui social media che una mamma spiegava in modo molto sicuro ad un’altra mamma, che se non si sa bene una seconda lingua è assolutamente meglio non utilizzarla con il proprio bambino. Piuttosto, suggeriva di fargli vedere solo ed esclusivamente la televisione in lingua originale. Così, infatti, suo figlio aveva imparato a parlare un buon inglese, specificando che aveva anche un buon accento.
Ma è davvero così?
La risposta è… dipende dalla situazione.

Alcune considerazioni da fare sull’uso della TV in lingua originale.

La prima è che non dobbiamo far vivere i nostri bimbi davanti alla televisione. D’altro canto il bilinguismo vero e proprio si sviluppa in modo ottimale proprio tra 0 e 5 anni. In questa fascia d’età sarebbe meglio, però, che i nostri bimbi non passassero troppo tempo davanti allo schermo. Quindi sfruttare i programmi in lingua originale come mezzo per crescerli bilingue potrebbe essere un supporto, ma di certo vanno sempre utilizzati con cautela.
La seconda osservazione la dobbiamo fare prendendo in considerazione la cultura e il metodo educativo dei paesi nordici: la Svezia, ad esempio. Chi non ha mai sentito dire che gli svedesi sono tutti bilingue perché in TV i programmi stranieri non sono doppiati? Effettivamente è così, ma è davvero solo quello il punto? Nei paesi nordici non sono solo i programmi televisivi ad essere in lingua originale, ma è tutto il loro sistema sociale, scolastico, famigliare e mentale ad essere già impostato sul bilinguismo o addirittura anche il trilinguismo e questo è un dettaglio importante. Inoltre la famiglia linguistica delle lingue nordiche è la stessa dell’inglese.
Quindi nel nord Europa, è tutto il sistema sociale ad essere orientato al bilinguismo, non solo l’uso dei programmi in lingua originale in TV.
Qui nel nostro paese partiamo già da un ambiente culturale differente, inoltre la famiglia linguistica dell’italiano, non è la stessa dell’inglese.

La scienza dice che i bambini imparano dall’interazione diretta.

Tutti i maggiori studi sul bilinguismo citati ad esempio in “The Bilingual Brain” di Arturo Hernandez, uno dei principale neuroscienziati del bilinguismo negli Stati Uniti, dimostrano l’importanza fondamentale dell’interazione attiva. Questo significa che il bambino deve essere esposto agli stimoli linguistici nella vita quotidiana. Non si ha lo stesso effetto con un’esposizione passiva, come è la televisione, in cui non c’è efficacia se non si conosce, almeno parzialmente, ciò che viene detto.
Quindi è vero che i bambini possono anche imparare una lingua guardando i programmi televisivi in lingua originale, ma solo se hanno già una base di comprensione che deriva dalla loro vita quotidiana.
Se il tuo bimbo conosce e comprende, ad esempio, il 60% dei termini che si possono dire in un cartone animato, allora guardarlo in lingua originale potrà tornargli utile. Infatti avrà le capacità per poter interpretare il restante 40% e magari trarne vantaggio per ampliare le proprie competenze. Ma ci deve essere già una base da cui partire!

Se non si conosce nulla di una lingua, la TV serve?

Se non si ha la minima conoscenza di una lingua straniera, guardare un programma in lingua originale non sarà di aiuto, perché ci si troverà davanti ad un insieme di suoni incomprensibili. Significa che non servirà a nulla per l’acquisizione reale.
Ad esempio, se mi dovessero mettere davanti alla TV in cinese, difficilmente imparerò questa lingua solo guardando i programmi in lingua originale. Che io abbia 5, 30 o 60 anni, per me rimarranno sempre suoni incomprensibili, a meno che non abbia avuto l’opportunità di vivere un’esperienza in cinese nella mia quotidianità.

L’importante è fare esperienza diretta.

Quindi l’importante è che la mamma o il papà, una nonna, una tata, un amico comincino a parlare al bimbo in un’altra lingua anche in modo imperfetto, non importa, ma con costanza. In questo caso la TV in lingua originale può diventare un buon alleato e un’abitudine di supporto efficace. Ma sempre usata con moderazione, come dicevo all’inizio.

Quindi può essere che un bimbo diventi bilingue solo guardando la TV in inglese?

Tornando all’affermazione della mamma che ho riportato all’inizio, sarà vero che il suo bambino è diventato bilingue solo guardando la televisione in lingua originale? Potrebbe essere, perché esistono delle eccezioni. Si tratta di casi molto rari, ma reali. Però non dobbiamo farli diventare la regola per tutti i nostri bambini.
Come abbiamo visto, le ricerche ci dicono che, nella norma, non basta avere una conoscenza passiva solo guardando la TV in lingua per acquisirne forme e meccanismi. Cioè per riuscire a comprendere, ma anche ad esprimersi nella seconda lingua.

Cosa intendiamo per “bambino bilingue”.

Attenzione, dunque: se il bambino capisce il discorso generale e qualche parola qua e là, ma poi non è in grado di riprodurre i suoi pensieri nella seconda lingua, questo non è bilingue.
Per essere considerato pienamente bilingue, infatti, un bimbo deve essere in grado di comprendere la lingua ed usarla per esprimersi. Questo si ottiene senza dubbi solo se la seconda lingua fa parte della nostra routine familiare o comunque della vita di tutti i giorni. In questo caso i programmi in lingua originale ci possono poi aiutare a raffinare non solo la comprensione, ma anche la pronuncia, la grammatica, per ampliare il vocabolario… ma dobbiamo utilizzarla con la consapevolezza che non può essere l’unica fonte da cui il bambino impara l’uso di una seconda lingua.

Raccontami la tua esperienza nei commenti e se vuoi intraprendere questo magnifico percorso familiare di bilinguismo, contattami. Io ti aspetto.

Seguimi sui social, pubblico contenuti su YouTube, Facebook e Instagram!

☀️ #allegralu

Lascia un commento

Iscriviti alla Newsletter

Riceverai gli aggiornamenti periodici delle mie iniziative e i pdf gratuiti della serie ENGLISH FOR PARENTS AND FAMILIES per cominciare a parlare inglese coi tuoi figli!

Avrò molto rispetto della tua casella di posta, ma potrai cancellarti in qualsiasi momento con un semplice clic.